Bartender

Corso Base Avanzato Party in Bottle

 

 

 

Il corso Bartender Base Avanzato è dedicato a chi si avvicina per la prima volta alla professione, ma è allo stesso tempo perfetto per chi ha già avuto qualche esperienza senza un adeguata preparazione merceologia, gestionale o lavorativa.

Party in Bottle ritiene necessarie almeno 55 ore di formazione per ottenere una concreta preparazione professionale di base, che permetta all’aspirante Bartender di proporsi a livello lavorativo.

Per questo motivo il corso base e quello avanzato sono presentati in un unico modulo, ripartito in 15 lezioni più l’esame finale.

 

PROGRAMMA DEL CORSO


1° giorno – INTRODUZIONE

• Introduzione al mondo del bartending
• L’alcol e la sua storia
• Le epoche del bartending dal 1800 ad oggi
• Golden Age, proibizionismo, tiki colture, IBA, flair bartending, molecolar mixologist, ritorno dei classici
• Il bartender ed il concetto di working
• Il venditore meraviglioso
• Il cliente: il focal point della nostra attenzione
• Tipologie di locali e livelli di miscelazione
• Prerogative tecnico caratteriali


2° giorno – PRATICA

• Introduzione al metodo americano e concetto di workstation
• Prese e versate: for hand, back hand, v-pour
• Concetto di focal point & pick up
• Concetto di oncia e dosaggio
• Chiusura di una postazione di lavoro
• Cocktail recipes: long drinks


3° giorno – PRATICA

• Free pouring
• Esercitazione su conteggi e dosaggi
• Versate con bottiglie, speed bottles e store ‘n pour
• Tecnica visiva di dosaggio
• Meccaniche di versata: bounce & slide
• Flair: cup of the shake, tin pull, tin flip
• Cocktail recipes: short drinks


4° giorno – ATTREZZATURE & BICCHIERI

• Bar tools nell’american bar & nella miscelazione classica
• Bar tools giapponesi ed il kit del bartender
• Strumenti elettrici: blender, ice crusher, spindle mixer ed il loro utilizzo
• Bicchieri nell’american bar & nella miscelazione classica: concetto di servizio
• Bicchieri per distillati e liquoristica
• Bicchieri in plastica: kristall, policarbonato e polipropilene


5° giorno – DISTILLATI

• Introduzione alla merceologia
• Differenza tra distillato e liquore
• Processo produttivo: dalla materia prima all’imbottigliamento
• Vodka & Wodka, vodka aromatizzata & liquore alla vodka: differenze
• Rum, Ron & Rhum, provenienze e tipologie
• Gin & Genever, differenze tra le varie tipologie
• Whisky & Whiskey: Scozia, Irlanda, Canada, Stati Uniti e Giappone.
• Altri distillati: Tequila, Caçhaca, Cognac, Brandy, Pisco, Cirsh


6° giorno – PRATICA

• Introduzione al concetto di speed working
• Working: 1° regola fondamentale
• Inizio simulazione costruzione cocktails, long & short drinks
• Il cliente: consigli utili
• Regole di servizio e meccanica di costruzione
• Comportamento e responsabilità del bartender
• Flair: spin, half spin, tin behind the back, tin wave
• Cocktail recipes: shaken drinks


7° giorno – PRATICA

• Speed working
• Versate: L pour
• Working: 2° regola fondamentale
• Impostazione delle tecniche di shakerata
• Simulazione costruzione cocktails
• Flair: highlow, bottle behind the back, bottle wave
• Cocktail recipes: shaken drinks


8° giorno – LIQUORI, ALTRI PRODOTTI & COCKTAILS: PREPARAZIONE & DEGUSTAZIONE

• Liquori ed il loro utilizzo in miscelazione
• Vermouth, bitter & bitters
• Bevande gassate, composizione e differenze
• Succhi, differenze tra tipologie e concetto di freshly squeezed
• Sciroppi, premix & puree
• Sparkling wines: champagne, prosecco & spumante
• Frutta & garnishes
• Materiali di consumo
• Mise en place: organizzazione di differenti tipologie di postazioni di lavoro
• Vermouth Cocktails: Preparazione e Degustazione


9° giorno – PRATICA

• Speed working
• Prese: brush, four bottles greb
• Working: 3° regola fondamentale
• Simulazione costruzione cocktails
• Cocktail recipes: straight up
• Cocktail recipes: calling order
• Flair pouring, butterfly, pour & stratch pour, flipping tin, flair speed round
• Atteggiamento, tricks & problem solving


10° giorno – PRATICA

• Conclusione e ripasso delle ricette internazionali proposte
• Working: costruzione fino a 7 drink in contemporanea
• Schema pratico di deduzione cocktails
• Riepilogo generale


11° giorno – COCKTAILS: PREPARAZIONE & DEGUSTAZIONE

• L’approccio al lavoro: umiltà, disponibilità e sorriso
• Il primo impatto: come presentarsi telefonicamente o di persona
• L’atteggiamento, l’importanza dell’educazione
• Preparazione di una postazione di lavoro, dai premix alle puree, dal taglio della frutta alle spremute
• L’importanza del ghiaccio nella miscelazione. Il Fabbricatore e lo stoccaggio
Iced Tea: Long Island, Japanese Iced Tea & Miami Ice
Sour Cocktails: dai Collins ai Fizz


12° giorno – COCKTAILS: PREPARAZIONE & DEGUSTAZIONE

Long drinks: Gin Tonic, Sea Breeze, Moscow Mule, Dark & Stormy, Tequila Sunrise, Garibaldi
Short drinks: Americano, Negroni, Spritz, Rusty Nail, Black Russian
Iced Tea: Long Island, Japanese Iced Tea & Miami Ice
Shakerati: Sex on the Beach, Bahama Mama, June Bag
Muddled: Caipiroska, Strawberry Caipiroska, Caipiriña, Cuban Punch
Mojito: le origini di un mito. Original cuban recipe
Mint Julep e varie tipologie di bourbon
• Chiusura di un postazione bar: utilizzo di una lavabicchieri e l’importanza della pulizia


13° giorno – COCKTAILS: PREPARAZIONE & DEGUSTAZIONE

Daiquiri: regular, flavoured & frozen
Sparkling Cocktails: Bellini, Rossini, Mimosa e Kir
Martini: Dry Martini, Vesper, Apple Martini, Manhattan, Rob Roy
Shakerati: Kamikaze, White Lady, Sidecar, Cosmopolitan, Margarita, Tommy’s, Between the Sheets
Creamy: Alexander & Grasshopper
Sugar cube: Old fashioned & Sazerac
B 52
• Il cliente: attenzione ed interpretazione delle richieste.


14° giorno – FLAIR

• Etimologia della parola flair
• Storia ed origini del flair bartending
• Tipologie di flair: working, exhibition, extreme, freestyle
• Norme di sicurezza
• Ripasso movimenti con tin e bottiglia
• Costruzione di una propria routine


15° giorno – CONCLUSIONE

• Ripasso di tutte le nozioni teoriche e preparazione all’esame finale
• L’Haccp
• Le regole della Party in Bottle’s family
• Il gruppo
• Ripasso delle Routine d’esame


Il costo del corso è di € 600,00 + IVA. Andrà versato un acconto di € 200,00 + IVA all’iscrizione, il saldo entro il termine del corso o secondo specifici accordi con Party in Bottle.

Per chi fosse interessato, a seguito di una buona riuscita nel corso (minimo 85/100 all’esame finale) e soprattutto dopo aver dimostrato educazione e affidabilità, Party in Bottle aiuta l’inserimento dei nuovi bartender nelle strutture che si avvalgono del servizio gratuito di ricerca del personale. Inoltre offriamo la possibilità, ai migliori corsisti, di scegliere i biglietti da visita per bartender con logo party in bottle ad un costo di euro 40,00 IVA compresa (2500pz).

Consulta il Calendario